Sorprese francesi

Non so perché ma solo settimana scorsa mi sono deciso ad ascoltare Végétal, album di Emilie Simon successore della colonna sonora della Marcia dell’Imperatore (il documentario sui pinguini, per intenderci). L’album è del 2006 ma forse temevo una cocente delusione, perché l’aspettativa era alta. La sua colonna sonora, infatti, è forse stata l’unica colonna sonora piacevole anche come album degli ultimi anni, lontana dai clichè disneyani (tanto che negli Usa hanno deciso di sostiturila con qualcosa di meno electro e più banale).

Comunque, in Végétal questa volta l’elemento di base non è il ghiaccio, ma il rumore di foglie e piante. La cosa innovativa è che spesso l’album è persino sbarazzino e divertente. Peccato che la maggior parte dei brani sia in francese, cosa che le provocherà sempre ostacoli qui in Italia. Ma questa è musica francese fatta bene, non quel nazionalpopolare a cui pensiamo sempre.

Per qualcosa di orecchiabile e immediato, provate ad ascoltare “Never Fall In Love”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...