Apple, i gay e il coraggio delle aziende

In California i repubblicani stanno promuovendo la “Propositon 8”, cioè una proposta di legge per abolire i matrimoni tra persone dello stesso sesso. Oggi Apple ha pubblicato un comunicato in forte evidenza nella home page del suo sito:

“Apple si oppone pubblicamente alla Proposition 8 e donerà 100.000 $ alla campagna No On 8. Apple è stata una delle prime compagnie californiane ad offrire uguali diritti ai partner dei suoi impiegati che siano o meno dello stesso sesso, e pensiamo che i diritti fondamentali delle persone – incluso il diritto a sposarsi – non debbano essere condizionati dagli orientamenti sessuali. Apple vede questa tematica come un fatto di diritti civili, non un fatto politico, per questo si espone pubblicamente sulla Proposition 8”.

Che dire? Ormai nessuno più si aspetta che un partito politico italiano abbia realmente il coraggio di affrontare e difendere i diritti degli omosessuali. La retorica li affoga, pubblicamente e personalmente. Allo stesso modo, però, mi sembra ancor più improbabile vedere una Fiat o una Kinder affrontare pubblicamente un tema considerato tabù. Eppure proprio questo fa parte del rispetto e del sostegno al benessere di un dipendente. Un concetto che, tra tante belle parole, in questo paese non passa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...