«Saviano deve lasciare l’Italia: non sappiamo proteggerlo»

Se continuo a scrivere di teatro e cultura, e provo in tutti i modi a metterci sempre un piede nonostante la “vocazione tecnologica” dalla quale non posso sottrarmi, è perché spesso mi capita di intervistare e conoscere persone speciali. Persone che ammiri profondamente, che ti fanno sentire piccolo. Persone alle quali provi a dare una voce, l’unica cosa che puoi fare per sentire veramente utile il mestiere che hai deciso di affrontare, nonostante i tuoi limiti.

Tra queste persone speciali ora c’è Mario Gelardi, che passerà a Gallarate il 22 e 23 novembre. È lui il regista della versione teatrale di Gomorra. Ci ha lavorato a quattro mani con lo stesso Saviano, di cui è amico personale.

Tutta la sua amicizia e il suo sostegno li ho sentiti nell’intonazione, nella voce e nella forza delle sue parole, quando gli ho chiesto cosa pensasse delle ultime dichiarazioni dello scrittore. Non sono ancora abbastanza bravo per rendere l’idea delle emozioni, eppure questo articolo per Varesenews, seppur breve e veloce, è una delle cose per cui sarò davvero fiero e contento nei prossimi giorni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...