I DRM (per la musica) sono un ricordo

L’annuncio più interessante dell’ultimo keynote di Apple è stato messo in coda, come Steve ha insegnato. Dopo aver convinto EMI, più di un anno fa, l’azienda di Cupertino ha persuaso le altre tre etichette musicali (le più importanti) ad abbandonare i DRM. Da oggi la musica acquistata legalmente su Internet potrà essere masterizzata un numero infinito di volte, ascoltata sui dispositivi di qualunque marca e persino modificata o convertita nei nostri formati preferiti. Insomma: “Quel che è mio è mio, e posso farci quel che voglio io”.

Così facendo iTunes Plus diventa il nuovo standard di iTunes Store, ed essendo iTunes Store il negozio più utilizzato per l’acquisto di musica legale, possiamo dire che la vecchia strategia dei DRM è definitivamente morta. Per la musica almeno. Cade così un argomento chiave tra quelli sfruttati dai sostenitori del download di musica su reti P2P. Non era poi così difficile arrivarci. Speriamo si aggiorni anche Maroni, prima che esca fuori con altre ideone.
Per celebrare la morte dei lucchetti digitali, che poi andrà comunque tutta a favore delle etichette, Apple ovviamente ha dovuto mandar giù veleno. Così dopo sei anni cambia anche il sistema dei prezzi fissi su iTunes. Ora i brani non costano tutti 0.99$ ma possono costare 69 centesimi, 99 centesimi e 1.29 €—con molte più canzoni al prezzo di 69 centesimi invece di 1,29 €.
Altra novità: ora si può acquistare musica, allo stesso prezzo, anche su rete cellulare. Così facendo Apple si metterà chiaramente contro i music store dei suoi partner telefonici. Tempi duri per i ben poco competivi store musicali di Vodafone e Tim.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...