iBooks 2 e iBooks Author: iPad invade le scuole

Il mio professore di filosofia, al liceo, era uno dei migliori professori di filosofia d’Italia. Stessa cosa per il mio professore di storia dell’arte all’Università. Entrambi avevano una cosa in comune: usavano pochissimo i libri di testo, preferendo dettare appunti e delineando un programma su misura per le nostre esigenze. Oggi, vedendo l’annuncio di Apple, penso che di questi tempi la vita dei miei due migliori professori sarebbe ben più facile. A New York, infatti, è stato presentato iBooks Author, un software gratuito per Mac che consentirà a tutti i docenti (ma non solo) di creare libri di testo digitali per iPad con estrema facilità. Basta un copia incolla per trasformare gli appunti in libri, con tanto di figure interattive, slide, grafici e così via. Il docente potrà poi vendere il libro su iBookstore oppure renderlo disponibile a tutti gli studenti, gratuitamente, su iTunes U (U come “University”, che non è più solo una sezione di iTunes ma ora ha un’app a sè stante).

Anche l’applicazione iBooks su iPad è stata completamente ridisegnata, dando molti strumenti in più agli studenti per prendere appunti, collaborare e sottolineare. Apple chiaramente sta facendo leva su un settore in cui è storicamente forte anche per migliorare l’immagine di iPad come e-reader: non è facile da leggere come un Kindle, ma il suo display e il suo software lo rendono una piattaforma molto più versatile, potenzialmente rivoluzionaria nel settore education.

Se le scuole italiane avessero il coraggio di adottare un iPad (o anche un altro tablet) per i propri studenti potremmo decisamente ridurre i costi dell’istruzione, renderla più libera e decisamente più “contemporanea”. Perché nel 2012 gli studenti hanno bisogno di più stimoli rispetto a dieci anni fa. Gli ebook per iPad, inoltre, sono accessibili e ben progettati anche per portatori d’handicap.

Si parlerà sicuramente della chiusura del sistema Apple, della necessità “etica” di adottare sistemi aperti e magari tablet più economici. Mi permetto solo di segnalare che la tecnologia di Apple ha il vantaggio di essere già qui, ben strutturata, con una rete distributiva potente e con una semplicità d’uso che difficilmente troveremo in altri prodotti, almeno oggi. Poi, ovviamente, l’importante è scegliere e agire, perché l’educazione dei ragazzi di oggi non si può decidere tra cinque anni.

iBooks Author è già disponibile gratuitamente su Mac App Store, mentre iBooks 2 è già disponibile in App Store. Nessun grande editore di libri di testo italiani è già sullo store, ma è già possibile scaricare un libro di biologia per provare l’interfaccia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...